Quanto tempo può durare il mio viaggio in Australia?

Con un visto ETA sei autorizzato a rimanere sul territorio Australiano per una durata di 90 giorni al massimo, per ciascuna visita.


Quando dev’essere presentata la richiesta del mio Visto?

Il limite ultimo per la presentazione della richiesta di Visto ETA è di non meno di 72h prima della partenza.


Qual è la differenza effettiva fra visto ETA ed eVisitor?

La differenza fra i due visti è solamente nella cittadinanza del richiedente: il visto ETA è per cittadini di Stati come gli USA, il Giappone, o Hong Kong (puoi trovare una lista completa nella nostra Home page), mentre il visto eVisitor è riservato ai cittadini con passaporto della Comunità Europea. Entrambi sono visti turistici e hanno condizioni molto simili.


Sono cittadino USA. Quale visto devo richiedere?

I cittadini degli Stati Uniti d’America, così come quelli del Canada, di Hong Kong, del Giappone, della Corea del Sud e della Malaysia, per accedere al territorio australiano devono presentare una richiesta di visto ETA.


Quanto tempo occorre per ottenere il permesso?

Per quanto riguarda le operazioni pratiche per la richiesta del visto sul nostro sito, sono molto semplici e non occuperanno più di pochi minuti. Per quanto riguarda la ricezione del permesso vero e proprio, di solito non occorrono più di 24 ore nella grande maggioranza dei casi. Ciò nonostante noi consigliamo sempre di richiedere il tuo Visto almeno due settimane prima della partenza, dato che non tutte le pratiche vengono sbrigate nella stessa data e che talvolta gli uffici governativi Australiani possono impiegare anche dieci giorni a decidere per la concessione di un Visto.


Devo partire per l’Australia domani, ma non ho richiesto il mio visto ETA. Che devo fare?

È possibile richiedere il rilascio del visto anche in questa situazione, ma non è assolutamente garantito che i permesso venga rilasciato in tempo. È possibile richiedere un visto per l’Australia direttamente in Aeroporto con procedura urgente, ma i costi sono molto elevati.


Cosa devo fare se dopo un paio di giorni il mio visto per l’Australia non mi è ancora stato consegnato?

Molto probabilmente, il documento ti è stato spedito ed è finito nelle cartelle della posta indesiderata, che molti programmi per la lettura dell’e-mail indicano come “Spam”, “Bulk Mail” o “Junk email”. Verifica: se lo trovi in quelle cartelle, ti consigliamo di indicare al tuo programma che non si tratta di spam. In questo modo avrai risolto il problema, e le comunicazioni successive ti verranno recapitate normalmente nella cartella della Posta in Arrivo.


Ho ricevuto il mio Visto tramite e-mail, ma non posso stamparlo. Come devo fare?

Non è richiesto disporre di una copia cartacea dei visti ETA o eVisitor. Entrambi sono in realtà collegati elettronicamente al numero di passaporto della richiesta; se disponi di un visto confermato, questo risulterà in maniera automatica sul terminale degli impiegati ai controlli, alla partenza.


Qual è la validità complessiva del mio Visto?

Il Visto decade con la scadenza del tuo passaporto, e in ogni caso al massimo dopo 1 anno dalla data di rilascio. Per tutta questa durata avrai il permesso di accedere al territorio Australiano ogni volta che desideri, rispettando però il limite di 90 giorni massimi per ogni visita.


Il mio visto ETA è in scadenza. È possibile rinnovarlo?

È condizione assolutamente necessaria per il rinnovo del visto ETA trovarsi al di fuori del territorio Australiano. Oltre a questo è necessario ovviamente rispettare tutte le altre condizioni di rilascio, e non essere stati convolti in alcun tipo di attività illegale durante la permanenza nel Paese.


Il mio visto ETA sta scadendo, e mi trovo ancora in territorio Australiano. Posso avere il rinnovo?

No: il visto ETA non può essere rinnovato se ci si trova in Australia. È necessario richiedere un visto differente.


È possibile effettuare delle richieste cumulative che includano tutta la mia famiglia?

Purtroppo no: ogni singolo membro della famiglia deve richieder separatamente il proprio visto ETA. Questo vale – attenzione – anche per i bambini, di qualsiasi età, anche se sono registrati sul passaporto del genitore. Per questa ragione, può accadere che non tutti i membri di una famiglia ricevano il Visto lo stesso giorno, o anche che alcuni di loro vedano rifiutata la richiesta.


Il mio visto ETA o eVisitor mi permette di frequentare un corso d’Inglese mentre sono in Australia?

Sì, purché il corso non duri più dei tre mesi concessi per ogni visita al Paese all’interno della durata complessiva del visto.


Sono cittadino Europeo. Il mio visto eVisitor mi permette di lavorare in Australia?

Assolutamente e rigidamente no. I visti turistici vietano categoricamente di lavorare: per ottenere quel permesso va richiesto un visto apposito e differente.


Ho commesso un errore di compilazione, o vorrei un rimborso. È possibile?

All’atto del pagamento del servizio, la richiesta di visto viene inoltrata, e da quel momento il rimborso diventa impossibile. Nel caso tu abbia commesso degli errori nella compilazione, contattaci immediatamente tramite il modulo contatti di questo sito.


Cosa devo fare se mi viene rifiutato il Visto?

È soltanto il Dipartimento per l’Immigrazione Australiano a decidere se concedere o meno un Visto. Se la tua richiesta viene rifiutata, il nostro consiglio è di prendere appuntamento con l’Ambasciata o il Consolato Australiano, così da identificare e possibilmente risolvere il tuo problema.


Ho smarrito il passaporto per il quale avevo presentato la richiesta di visto. Come devo fare?

Il visto ETA è collegato al numero di passaporto, quindi è necessario notificare immediatamente il nuovo numero di passaporto (senza dover richiedere un nuovo visto.) Se questo non viene fatto, è probabile che veniate fermati alla partenza, perché i dati non coincideranno.


Come funziona la dogana in Australia?

La legge Australiana proibisce di importare nel Paese stupefacenti, steroidi, armi (incluse le armi da fuoco) e animali protetti, oltre a cibi sia freschi che confezionati, semi, bucce, e piume.  L’importazione di contante è permessa ma deve essere segnalata. Riferimenti più completi possono essere trovati all’indirizzo www.customs.gov.au.


Quale valuta si usa in Australia?

La valuta del Paese è il dollaro australiano, AUD, e può essere facilmente cambiata presso banche, hotel e aeroporti. Sono accettate tutte le maggiori carte di credito.


Ci sono imposte particolari?

Su beni e servizi vige un’imposta del 10%, denominata GST. Per acquisti in un singolo negozio per un valore di almeno 300 AUD, è possibile chiederne il rimborso alla partenza dall’Australia, purché l’acquisto risalga a non più di 30 giorni prima, presso gli sportelli del TRS, Tourist Refund Scheme, presso tutte le aree partenze degli aeroporti internazionali.


Occorrono adattatori elettrici?

Sì: la corrente elettrica in Australia è a 220-240 volt, CA 50 Hz, ma la presa di corrente a tre fori è caratteristica del Paese e non accoglie direttamente le spine degli elettrodomestici stranieri.


Com’è la copertura telefonica?

La rete di copertura cellulare copre teoricamente l’intero Paese, ma alcune delle molte zone isolate potrebbero dare problemi di connessione.


Voglio lavorare, o studiare, durante il mio viaggio in Australia. Come posso fare?

Per quanto riguarda lo studio, il normale visto eVisitor permette di studiare fino ad un massimo di dodici settimane. Per periodi maggiori, esiste lo Student Visa (500) che richiede però di iscriversi preventivamente ad un corso di studi.

Per il lavoro, la questione è invece più complessa.

Per i viaggiatori fra i 18 e i 30 anni provenienti da una specifica lista di Paesi è possibile richiedere un visto particolare che permette di lavorare durante la permanenza in Australia, per un massimo di 12 mesi. Si tratta del Working Holiday Visa (417) e del Work and Holiday Visa (462).

Se invece quello che vuoi fare è aprire un’attività commerciale di breve durata, il visto che ti occorre è il Temporary Work-Short Stay Activity (400).

Se invece stai cercando un visto per lavorare su tempi più lunghi, le opzioni sono ancora diverse. Esiste lo Sponsor Visa, che prevede che un datore di lavoro ti offra un contratto specifico. Per accedervi è necessario disporre di specifiche competenze, e può durare 2 o 4 anni. Per un trasferimento permanente, esistono infine lo Skilled Visa – che si applica però soltanto a specifiche professioni ritenute interessanti dal Governo Australiano – o il General Skilled Migration Scheme, che permette addirittura l’immigrazione permanente. I criteri di quest’ultimo sono però davvero molto esclusivi e difficili da raggiungere.

Dati più dettagliati su idoneità, obblighi e richieste sono reperibili all’indirizzo www.border.gov.au/Trav/Work.